Accertamenti e regolarizzazioni

L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione del contribuente le informazioni in suo possesso, dandogli così l'opportunità di correggere spontaneamente eventuali errori od omissioni, anche dopo la presentazione della dichiarazione.

 

L'Agenzia delle Entrate prevede una serie di strumenti poter correggere spontaneamente gli errori oppure per agevolare il contribuente nel pagamento di quanto dovuto.

L’accertamento con adesione consente al contribuente di definire le imposte dovute ed evitare, in tal modo, l’insorgere di una lite tributaria. Si tratta, sostanzialmente, di un “accordo” tra contribuente e ufficio che può essere raggiunto sia prima dell’emissione di un avviso di accertamento, che dopo, sempre che il contribuente non presenti ricorso davanti al giudice tributario

Con il “ravvedimento”  è possibile regolarizzare omessi o insufficienti versamenti e altre irregolarità fiscali, beneficiando della riduzione delle sanzioni.

Infine, i contribuenti che si trovano in una temporanea situazione di obiettiva difficoltà, cioè che si trovano nell’impossibilità di pagare in un’unica soluzione il debito iscritto a ruolo indicato nella cartella di pagamento  possono rivolgersi agli Agenti della riscossione per ottenere la rateazione del debito.

Per approfondimenti consultare le schede di dettaglio:

Cartelle di pagamento

La compliance per i cittadini

Accertamento con adesione: definizione, soggetti, vantaggi

Il ravvedimento operoso

Rateizzazione dei pagamenti delle tasse

Aree tematiche: