Avviare una Impresa

L'iter burocratico per avviare una impresa è stato recentemente semplificato attraverso l'introduzione del Registro delle Imprese. Sono state previste anche numerose agevolazioni per tutta una serie di categorie di cittadini svantaggiati da un punto di vista socio-economico. Oltre che sul territorio nazionale, è anche possibile aprire imprese su tutto il territorio della UE mentre è stato predisposto un percorso agevolato anche per gli imprenditori extra-UE che vogliano investire nel nostro Paese.

 

Per poter avviare un’attività autonoma di qualsiasi tipo sono previsti per legge una serie di obblighi e relativi costi da sostenere. Attraverso la Comunicazione Unica, molti degli adempimenti possono essere assolti inviando la pratica digitale ad un solo polo telematico, il Registro delle Imprese.

L'Impresa individuale è la forma più semplice e meno onerosa. L'imprenditore è l'unico responsabile della sua gestione ed il rischio di impresa riguarda a il suo patrimonio personal. Per la costituzione di un'impresa individuale non è necessario l'atto pubblico  nè un capitale minimo.

L'impresa individuale può assumere la forma di impresa familiare quando ad essa collaborano familiari dell'imprenditore. Viene costituita per atto pubblico o scrittura privata autenticata. Dal punto di vista fiscale e previdenziale l'impresa familiare viene considerata comunque come un'impresa individuale.

Specifiche agevolazioni sono poi previste per particolari forme di lavoratori svantaggiati:

  • attraverso microcredito e specifici finanziamenti previsti dal Governo, le donne che vogliono creare una propria impresa possono accedere a prestiti agevolati concessi in  mancanza di garanzie reali alla banca.
  • i lavoratori in mobilità, possono invece richiedere l’anticipazione delle mensilità non ancora percepite dell’indennità spettante, per finanziare l’avvio di una nuova attività.

Ulteriori finanziamenti sono previsti per lavoro autonomo, microimpresa e franchising sono erogati dall'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa, e specialmente destinati al mezzogiorno.

Infine, per aprire un'impresa in Europa è possibile trovare informazioni sul portale Your Europe, attraverso il quale la Commissione europea, in cooperazione con le amministrazioni nazionali, fornisce informazioni per fare impresa nei Paesi europei.

Gli imprenditori extra-UE che vogliono avviare una start up innovativa in Italia, possono invece avvalersi del Programma Italia Startup Visa e beneficiare di  una serie di procedure più snelle e veloci per l’ottenimento del visto d'ingresso nel nostro Paese.

Per approfondimenti consultare le schede di dettaglio:

Avviare una impresa: primi adempimenti

Creare una nuova impresa: la Comunicazione Unica

Lavoro autonomo: iscrizione registro imprese

Come costituire un'impresa individuale e familiare

Avviare un'attività: lavoratori svantaggiati e disoccupati

Imprenditoria femminile: prestiti agevolati con il microcredito

Imprenditoria femminile: attiva la sezione speciale del Fondo di Garanzia

Finanziamenti per attività imprenditoriali

Come aprire un'impresa in un Paese europeo

Imprenditori extra UE: Programma Italia Startup Visa

Dove posso trovare informazioni pratiche per aprire un'impresa in Europa