Contrassegni di Sosta e Autorizzazioni Mobilita

La presente scheda si occupa di accesso alle Zone a Traffico Limitato e di caratteristiche e modalità di rilascio del contrassegno di sosta per invalidi e della eventuale successiva richiesta da parte del titolare del contrassegno di un area di sosta personale riservata.

 

Il contrassegno di sosta per invalidi può essere rilasciato per un periodo superiore a 5 anni a:

  • persone con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta;
  • persone non vedenti;

Per un periodo inferiore ai cinque anni, può essere rilasciato anche a:

  • persone con temporanea riduzione della capacità di deambulazione a causa di infortunio o per altre cause patologiche;
  • persone con totale assenza di ogni autonomia funzionale e con necessità di assistenza continua, per recarsi in luoghi di cura;

Il contrassegno è personale e non cedibile, ossia è vincolato al titolare e non ad uno specifico veicolo.

Per richiedere il contrassegno, il cittadino deve rivolgersi alla ASL di residenza e farsi rilasciare dall'ufficio medico legale la certificazione di invalidità .

Successivamente, l'interessato dovrà fare richiesta di rilascio del contrassegno al Sindaco del Comune di residenza, allegando la certificazione di invalidità rilasciata dalla ASL.

Il  contrassegno rilasciato è conforme al "contrassegno unificato disabili europeo" (CUDE) ed è quindi valido anche negli altri paesi UE.

Il titolare di un contrassegno di sosta per invalidi può poi fare richiesta di un parcheggio riservato (parcheggio ad personam), che può essere concesso a discrezione del Sindaco con apposita ordinanza.

La relativa richiesta deve dunque essere quindi indirizzata al Comune di residenza mentre  il Servizio di Medicina Legale dell'ASL, non ha nessuna competenza rispetto alla concessione del parcheggio.

Per quanto riguarda le Zone a Traffico Limitato (ZTL), queste sono istituite in aree del centro storico di molte città italiane con lo scopo di tutelare il patrimonio storico e archeologico della città, nonché di salvaguardare la qualità della vita dei quartieri e di incentivare l'utilizzo del trasporto pubblico favorendo la diminuzione dell'inquinamento ambientale.

L’ accesso a queste  zone è consentito solo ai residenti e ai veicoli autorizzati muniti di apposito permesso rilasciato dal Comune, secondo modalità e tempi che variano da città a città. A Roma, ad esempio, è possibile richiedere il permesso ZTL anche online attraverso lo Sportello Permessi web dell’Agenzia per la Mobilità di Roma Capitale.

Per approfondimenti consultare le schede di dettaglio:

Contrassegno di sosta per invalidi
Validità del contrassegno invalidi nell'Unione Europea
Parcheggio riservato per invalidi
Richiesta di sospensione temporanea della circolazione per gare sportive
Zona a Traffico Limitato (ZTL)
Come richiedere il permesso ZTL a Roma