Contributi figurativi

I contributi figurativi sono riconosciuti per periodi in cui si verifica un’interruzione o una riduzione dell’attività lavorativa e non c’è stato il versamento dei contributi obbligatori da parte del datore di lavoro.

 

I contributi figurativi vengono accreditati dall’Inps sul conto assicurativo del lavoratore che:

  •  non ha prestato attività lavorativa né dipendente né autonoma;
  •  ha percepito un’indennità a carico dell’Inps;
  •  ha percepito retribuzioni in misura ridotta.

I contributi figurativi possono essere accreditati d’ufficio, oppure su domanda del lavoratore nei casi in cui l'Inps non può disporre degli elementi di calcolo senza apposita comunicazione del lavoratore. Le differenti casistiche sono espressamente individuate dalla normativa.
Il lavoratore non deve sostenere alcun costo per l’accreditamento dei contributi figurativi.

Per approfondimenti consultare le schede correlate

Quali eventi danno luogo all’accredito dei contributi figurativi

Come accreditare i contributi figurativi per congedo parentale durante il periodo di lavoro

Come accreditare i contributi figurativi per maternità  al di fuori del rapporto di lavoro

Come accreditare i contributi figurativi per riposi giornalieri

Come accreditare i contributi figurativi per malattia del bambino

Come accreditare i contributi figurativi per malattia e infortunio

Come accreditare i contributi figurativi per il servizio militare

Come accreditare i contributi figurativi per il servizio civile

Come accreditare i contributi figurativi per il aspettativa sindacale

Come accreditare i contributi figurativi per aspettativa per cariche pubbliche elettive