Lavorare nell'Unione europea

Se sei un cittadino dell'Unione europea puoi lavorare in altri Stati membri senza permesso di soggiorno.

 

Un cittadino dell’Unione europea hai il diritto di:

  • Lavorare sia come datore di lavoro, che come lavoratore autonomo, in un altro Stato membro senza subire discriminazioni basate sulla nazionalità e senza bisogno di un permesso di lavoro;
  • Lavorare, anche temporaneamente, in qualsiasi Paese dell'Unione senza permesso di lavoro;
  • Vivere nel Paese ospitante con i tuoi familiari godendo degli stessi vantaggi sociali concessi ai lavoratori locali.

La libera circolazione dei lavoratori si applica anche, in linea di massima, ai Paesi dello Spazio economico europeo: Islanda, Liechtenstein e Norvegia. Alcune restrizioni transitorie possono essere applicate ai cittadini croati.

Anche un cittadino non europeo può avere il diritto di lavorare in un paese dell'Unione europea e godere delle stesse condizioni di lavoro dei cittadini europei.

In questo caso, la tua situazione varia in funzione del tuo status di familiare di un cittadino dell'Unione europea e della tua nazionalità.

Per approfondimenti consultare le schede correlate:

Lavorare in Europa

Come cercare un lavoro in europa

Come aprire un'impresa in un Paese europeo

Alternanza scuola-lavoro all'estero

Indennità di disoccupazione nell'Unione europea

Appalti pubblici europei

Finanziamenti europei: Erasmus per giovani imprenditori

Imprenditori extra UE: Programma Italia Startup Visa

Professioni sanitarie: riconoscimento all'estero del titolo di studio conseguito in Italia

Previdenza sociale per i lavoratori migranti