31 maggio 2011: giornata mondiale senza tabacco

L'uso del tabacco è la principale causa prevenibile di morte: l’Organizzazione Mondiale della Sanità non esita a definire il tabagismo una vera e propria epidemia.

Nel 2011 oltre 5 milioni di persone moriranno per malattie tabacco-correlate (infarti, ictus, tumori, patologie respiratorie), senza contare le oltre 600.000 persone per fumo passivo, di queste un quarto sono bambini che non possono difendersi dai comportamenti degli adulti: una tragedia prevenibile e da fermare.
Quest’anno in occasione della giornata mondiale senza tabacco, che si terrà il 31 maggio 2011, si è scelto di porre l’attenzione sul Who Fctc, la Convenzione Quadro dell'OMS sul Controllo del Tabacco, un trattato che conferisce impegni giuridici alle parti (cioè i paesi aderenti e l'Unione europea) che hanno formalmente aderito; nello specifico i paesi devono dare piena attuazione al trattato per proteggere le generazioni presenti e future dalle devastanti conseguenze sociali, ambientali ed economiche e sulla salute, derivanti dal consumo e dall'esposizione al fumo di tabacco.
Durante la giornata in tutta Italia manifestazioni ed iniziative a cura della Lilt, la lega italiana per la lotta contro i tumori.
 
Per informazioni
Istituto Superiore di Sanità