Antisemitismo su internet: una cooperazione internazionale per combatterlo

Per combattere le forme di antisemitismo o discriminazione razziale on line servono strumenti operativi di cooperazione internazionale sul modello di quanto fatto per la lotta contro la pedopornografia on line.

Così il Ministero dell’Interno e il Comitato Parlamentare d'indagine sull'antisemitismo della Camera dei Deputati hanno deciso di condividere la risoluzione che impegna il Governo Italiano a sottoscrivere un protocollo addizionale alla Convenzione di Budapest sul c.d. cyber crime”.
 
Nel corso dell’audizione del 26 luglio 2011 sono stati resi noti i dati sul fenomeno dell'antisemitismo in Italia, che per il momento non sono allarmanti: una sola denuncia nel 2009, nove nel 2010, una nel primo quadrimestre 2011.

Nel nostro Paese, dunque, gli episodi di intolleranza nel “mondo reale” non sono frequenti, ma proliferano purtroppo siti internet e blog che inneggiano all'odio razziale. Risultano infatti in aumento i siti web segnalati: 836 nel 2008, 1.048 nel 2009, 1.176 nel 2010, 581 nel primo semestre del 2011.
 
Degli episodi di antisemitismo in Italia, compresi gli atti vandalici nei cimiteri, si occupano le prefetture, i Consigli provinciali per l'ordine e la sicurezza pubblica e la Digos.
 
Per informazioni:  
Ministero dell'Interno