Batterio killer: negative le prime indagini in Italia

Sono risultate negative le prime indagini nel nostro Paese sull'Escherichia coli, il cosiddetto “batterio killer” dei cetrioli.

Condotte nel Laboratorio di Prevenzione di Milano e nell’Istituto Zooprofilattico di Bologna, sono state effettuate sulle prime partite di cetrioli, compresi i 9 quintali provenienti dall’Andalusia. I risultati degli esami sulle altre partite sequestrate saranno disponibili a breve.

Con una nota, il Ministro per la Salute Ferruccio Fazio, ha ribadito che i risultati tranquillizzanti dei laboratori italiani confermano che la contaminazione che ha interessato i cittadini tedeschi e i turisti che hanno soggiornato in Germania, non deriverebbe da cetrioli importati dalla Spagna, ma da altre cause ancora sconosciute, presenti in Germania.

Sul sito del Ministero della Salute è disponibile, comunque, una pagina dedicata con i consigli su come evitare ogni possibile contaminazione tra alimenti.

Per informazioni:
Ministero della Salute