Codice del turismo: riconosciuto il danno morale

Il risarcimento per il danno morale da vacanza rovinata, commisurato al tempo  inutilmente trascorso e alla irripetibilità del viaggio sostenuto. E’ una delle novità più importanti contenute nel Codice del Turismo, approvato con decreto legislativo il 5 maggio 2011. Il testo di riforma prevede, inoltre, un’equiparazione tra le agenzie di tipo tradizionale e quelle che offrono pacchetti turistici via internet, con il fine evidente di difendere i diritti di chi acquista servizi online.

E ancora   abbattimento delle barriere architettoniche nel rispetto delle persone con disabilità, agevolazioni per le imprese turistiche, misure anti-truffa per gli utenti. Diventano, inoltre,  istituzionali i “buoni vacanza”, che consentono alle famiglie con basso reddito di richiedere un contributo statale a parziale copertura del costo della vacanza. Centrale il rilancio del turismo del mare, in particolare quello nautico e l’assegnazione di stelle a tutte le strutture ricettive.

Per informazioni: Governo