Dipendenti pubblici: nasce il Fondo Pensione SIRIO

Con l’approvazione della Commissione di Vigilanza sui fondi pensione (Covip), nasce SIRIO, il Fondo Pensione negoziale destinato ai dipendenti dei ministeri, degli enti pubblici non economici, della Presidenza del Consiglio, dell’Enac e del Cnel.

Una volta definite le procedure che li riguardano, potranno aderire al nuovo fondo anche i dipendenti del settore Università e ricerca, delle altre Agenzie fiscali, delle Organizzazioni sindacali firmatarie dell’accordo istitutivo, del Coni e delle Federazioni sportive nazionali. 

Per chi aderirà al fondo, l’amministrazione di appartenenza verserà un contributo pari all’1% della retribuzione lorda, al quale l’interessato aggiungerà un contributo personale minimo di pari importo, che potrà essere aumentato con un contributo aggiuntivo.

Con riguardo al TFR, è previsto un versamento pari all’intera quota per i lavoratori assunti dal 1° gennaio 2001, mentre, per quelli assunti in data precedente, il versamento è pari al 2% della retribuzione utile per il calcolo del TFR, al quale si aggiunge un’ulteriore quota figurativa pari all’1,5% della base contributiva per il calcolo del trattamento di fine servizio (TFS).

Dopo Espero (scuola) e Perseo (sanità, enti locali), SIRIO entra nella fase operativa di raccolta d’iscrizioni e si colloca come il terzo fondo pensione dei dipendenti pubblici.

Per informazioni:
Commissione di Vigilanza sui fondi pensione