Fisco: arrivano i codici tributo per pagare la mediazione tributaria

L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione 37/E, ha introdotto 20 nuovi codici per pagare, con il modello F24, le somme dovute in caso di conclusione positiva della mediazione tributaria, operativa dal 1° aprile 2012.

La nuova procedura, valida per i contenziosi non superiori a 20mila euro, prevede il pagamento dell’intero importo dovuto o della prima rata (possibili massimo 8 rate trimestrali di pari importo) entro 20 giorni dalla sottoscrizione dell’accordo.

Il pagamento si effettua tramite il nuovo modello F24, utilizzando i nuovi codici nella sezione “erario” esclusivamente in corrispondenza degli “importi a debito versati”.

La disciplina della mediazione prevede che il ricorso davanti alla Commissione tributaria sia obbligatoriamente preceduto dalla proposizione, da parte del contribuente, di un reclamo circostanziato entro 60 giorni dalla notifica dell’avviso d’accertamento o altro atto impugnabile alla Direzione Provinciale o Regionale che lo ha emesso.

Nei 90 giorni successivi, l’Ufficio prende in esame l’istanza e decide se accoglierla o formulare una proposta di mediazione. Se entro i 90 giorni non si raggiunge un accordo o in precedenza interviene il diniego dell’Ufficio, il contribuente ha 30 giorni di tempo per depositare il ricorso in Commissione tributaria, aprendo così la via al contenzioso.

Nel caso invece si dovesse raggiungere un accordo, il contribuente ottiene il vantaggio di una riduzione del 40% delle sanzioni.
 
Per informazioni:
Agenzia delle Entrate