Inps: indennità una tantum per i cocopro disoccupati

Al via la nuova indennità una tantum a favore dei collaboratori coordinati e continuativi iscritti in via esclusiva alla gestione separata dell'Inps, come prescritto dal Dlgs 276/2003 (art.61)

Alla luce delle modifiche introdotte dalla recente riforma del lavoro, l'Inps - con la circolare 38 del 14 marzo del 2013 - fornisce i primi chiarimenti.

Seconda la stessa, sono dunque esclusi dall'indennità i titolari di reddito di lavoro autonomo, altri iscritti alla gestione separata a vario titolo e i soggetti beneficiari di pensione.

Questi i requisiti richiesti per accedere al sussidio:

  • rapporto in regime di monocommittenza per tutto l'anno precedente a quella in cui viene presentata la domanda
  • possesso di un reddito lordo complessivo soggetto a imposizione fiscale non superiore al limite di 20.000 euro nell'anno precedente
  • accreditamento di quattro mensilità nell'anno precedente e di una mensilità nell'anno di riferimento presso la gestione separata Inps
  • un periodo di disoccupazione, solo per l'anno 2013, ininterrotto di almeno due mesi nell'anno precedente.

Nel periodo transitorio 2013-2015 i periodi contributivi sono ridotti da quattro a tre mesi e l'indennità è elevata dal 5 al 7% del minimale annuo.

La domanda per la suddetta prestazione andrà presentata entro il 31 dicembre dell'anno di riferimento.

 

Per informazioni
Inps (Circolare 38/2013)

Area tematica: