Manovra: i chiarimenti del Fisco sulle novità

L’Agenzia delle Entrate scioglie i primi dubbi degli operatori sulle novità fiscali dettate dalla manovra correttiva (D.L. 6 luglio 2011, n. 98, convertito con modificazioni nella legge 15 luglio 2011, n.111), emanando una circolare chiarificatrice in materia.

La circolare 41/E del 5 agosto 2011 fa il punto, tra l’altro, sul taglio della ritenuta sui bonifici per ristrutturazioni edilizie agevolate, sulle agevolazioni di chiusura delle c.d. partite Iva “fantasma” , sul c.d. “spesometro” e sulle sanzioni per i contribuenti.
 
In particolare: per i titolari di partita Iva che non abbiano comunicato, come devono, la cessazione della propria attività entro 30 giorni dalla stessa, è possibile sanare la violazione versando, entro 90 giorni a partire dal 6 luglio 2011, una sanzione diminuita a 129 Euro.

Semplificazione e minore onerosità è prevista nella manovra anche per le ristrutturazioni: passa dal 10 al 4% la ritenuta d’acconto trattenuta dalle banche e dalle Poste sui bonifici incassati da chi esegue lavori di ristrutturazioni edilizie o finalizzati al risparmio energetico, e l’aliquota si applica agli accrediti effettuati dal 6 luglio 2011, con una restituzione se le banche hanno continuato a operare la vecchia ritenuta.

Si alleggerisce, infine, l’applicazione delle sanzioni per il contribuente che vede accolte le proprie ragioni in caso di ricorso tributario.
 
Per informazioni:  
Agenzia delle Entrate