Ministero del'Interno: chiarite le novità sulla ricerca delle persone scomparse

Le novità previste dalla legge n. 203/2012 per favorire la ricerca delle persone scomparse, entrata in vigore il 29 novembre 2012, sono state chiarite ai prefetti con una recente circolare del Commissario straordinario per le persone scomparse.

Oltre al fatto che chiunque e non solo i diretti familiari, potrà denunciare la scomparsa di una persona, altra importante novità consiste nell'istituzione del  “sistema Ricerca Scomparsi RI.SC.”, una banca dati contenente tutte le informazioni più significative sulla persona scomparsa, in grado di supportare le indagini anche per l’utilizzo della funzione di matching con i dati relativi ai corpi rinvenuti e rimasti senza identità.

La nuova normativa sancisce, inoltre, la centralità del prefetto, che funge da raccordo di tutte le forze in campo a livello provinciale. Una volta sporta la denuncia, l’ufficio di polizia potrà immediatamente promuovere le ricerche, informerà il prefetto e coinvolgerà tempestivamente il Commissario straordinario per le persone scomparse.

Il prefetto lavorerà alla ricerca della persona scomparsa in collaborazione con gli enti locali, con i Vigili del Fuoco, con la Protezione Civile, con le associazioni di volontariato e con gli altri enti attivi sul territorio. Dopo avere interpellato l’Autorità Giudiziaria e i familiari dello scomparso, il prefetto potrà decidere se coinvolgere o meno gli organi di informazione.

Per informazioni:
Ministero dell’Interno

Area tematica: