Ministero degli Esteri: anche gli psicologi nelle unità di crisi

Assistere con sempre maggiore efficacia i cittadini italiani che si trovano all’estero in situazioni di pericolo, specialmente nei casi gravi di eventi terroristici, rapimenti e catastrofi naturali.

Il nuovo servizio, esteso anche ai familiari delle vittime, è il risultato dell’accordo tra Ministero e Ordine degli Psicologi del Lazio.  L’iniziativa nasce dalla constatazione che è necessario affiancare agli operatori delle unità di crisi internazionali anche professionisti del settore, come gli psicoterapeuti,  nei casi in cui eventi traumatici possano lasciare conseguenze durature, come nel caso dei rapimenti.
400 sono gli Psicologi pronti ad intervenire a costi di utilità, in una iniziativa avviata nell’ambito della responsabilità sociale.

Per informazioni:
Ministero degli Esteri