Nuovo sito INPS, on line il simulatore dell'anticipo di pensione

Debutta il 3 aprile, il nuovo sito internet dell’Inps, completamente rinnovato e maggiormente orientato al rapporto diretto con i contribuenti. La principale novità del portale riguarda l’introduzione del simulatore del costo dell’anticipo pensionistico Ape. L’Istituto si adegua anche tramite la sua piattaforma online, alle grandi novità previste dalla riforma pensioni e dà la possibilità ai lavoratori di informarsi sull’Ape volontaria prima della sua entrata in vigore ufficiale, il prossimo 1° maggio.

Cos'è l'Ape Il contribuente può chiedere un prestito all'Inps sul monte risparmio, conesso dalle banche, accantonato negli anni e che confluirà nella sua pensione. Questo anticipo consentirà al lavoratore di smettere di lavorare prima del previsto. Il simulatore on line permette di quantificare in termini pratici l’importo del prestito e delle successive rate da pagare in venti anni.

Chi può usufruirne? Possono beneficiare dell’Ape volontaria i lavoratori dipendenti e gli autonomi iscritti alla gestione separata che possiedono almeno 20 anni di contributi. L’Ape permette di accedere alla pensione anticipata a 63 anni tramite un anticipo che viene concesso dalle banche: i lavoratori potranno lasciare il lavoro fino a 3 anni e 7 mesi prima del previsto, ma saranno poi tenuti a restituire a rate nell’arco di 20 anni la somma anticipata. C’è però un’ultima condizione: chi vorrà usufruire dell’Ape dovrà infatti godere di una futura pensione pari ad almeno 1,4 volte il trattamento minimo Inps. Al di sotto di questa soglia, l’anticipo non potrà essere concesso.

Per maggiori informazioni
Inps

 

Area tematica: