Pazienti oncologiche: prospettive di fertilità con la banca del tessuto ovarico

Si trova nel Lazio la nuova Banca del tessuto ovarico nata per preservare la fertilità alle pazienti oncologiche.
Si tratta della prima biobanca istituita in una struttura sanitaria pubblica, l’Ifo (istituti fisioterapici ospitalieri) Regina Elena - San Gallicano di Roma, che consentirà di conservare frammenti di tessuto ovarico contenenti gli ovociti delle pazienti colpite da tumore per poi poterli reinnestare al termine delle cure permettendo loro di avere nuovamente la possibilità di procreare.

La struttura realizzata all’interno della già esistente Banca del tessuto muscolo scheletrico dell’Istituto di Ricerca, nasce dalla collaborazione tra Regione Lazio e Ministro della Salute e pone l’Ifo quale punto di riferimento per il centro - sud Italia.

Per informazioni:
Regina Elena – San Gallicano