Sicurezza stradale: indagine ACI-Istat sulle principali cause di incidenti

Un buono stato di salute è il presupposto fondamentale per una guida in tutta sicurezza. E' quanto emerge da una ricerca condotta da ACI (Automobil Club d'Italia) e Istat.

La ricerca - presentata nell’ambito del XXV Congresso Nazionale della Società italiana di Ergoftalmologia e Traumatologia oculare - evidenzia che più di un quarto delle vittime della strada sono over 65, spesso con patologie legate alla vista.

Il 17%  dei sinistri è imputabile alla guida distratta e all’andamento indeciso, mentre il 6% sarebbe causato da problemi alla vista, o del conducente o del pedone che attraversa la strada.

Inoltre, il 10% della popolazione tra i 45 e i 60 anni ha problemi uditivi e la percentuale sale al 25% tra i 60 e gli 80 anni, fino ad arrivare a oltre il 50% negli over 80

Da ciò si deduce come, con l’invecchiamento progressivo della popolazione nel nostro Paese, siano messe a rischio le condizioni di sicurezza della guida in auto. La visita periodica per il rinnovo della patente costituisce, quindi, un'importante occasione per la verifica della vista e della nostra capacità di guida.

Dallo studio emerge inoltre come, anche gli automobilisti che non soffrono di alcuna patologia oculare, se impegnati molto tempo al volante, possano incorrere in fastidi come secchezza oculare, stanchezza visiva, annebbiamento della vista. Il consiglio è di far riposare gli occhi quando si è in sosta al semaforo o fermi in una coda, chiudendo le palpebre inspirando e riaprendole espirando per 2-3 volte.

Per informazioni:
ACI