Partecipare alla definizione delle politiche europee

Grazie al diritto d'iniziativa dei cittadini europei, per i cittadini provenienti da almeno sette Stati membri è possibile rivolgersi direttamente alla Commissione europea per presentare una proposta legislativa.

Cittadinanza attiva

Il Trattato di Lisbona ha introdotto un vero e proprio diritto dei cittadini a partecipare attivamente alla stesura della legislazione dell’UE. Il diritto d'iniziativa dei cittadini europei consente infatti a un milione di cittadini provenienti da almeno sette Stati membri di rivolgersi direttamente alla Commissione europea per chiederle di presentare una proposta legislativa in un settore nel quale ha la competenza per farlo (come ad esempio ambiente, agricoltura, trasporti o sanità pubblica).

Se la Commissione decide di presentare la proposta, ha inizio la normale procedura legislativa: la proposta viene sottoposta al legislatore (in genere il Parlamento europeo e il Consiglio, oppure in alcuni casi soltanto il Consiglio) e, se adottata, avrà forza di legge.

Inoltre è possibile sostenere un'iniziativa già esistente registrata nel sito web della Commissione europea dedicato al diritto di iniziativa dei cittadini europei; per fare ciò, si deve compilare un apposito modulo di dichiarazione di sostegno messo a disposizione dagli organizzatori dell’iniziativa, su carta oppure online.

Per approfondimenti consultare le schede correlate:

Cos'è un'iniziativa dei cittadini europei

Chi può farsi promotore di un'iniziativa dei cittadini e come

Quali informazioni servono per registrare una proposta d'iniziativa

Come sostenere un'iniziativa dei cittadini europei

Cosa succede quando un'iniziativa dei cittadini viene presentata alla Commissione europea

     

    Aree tematiche: