Ricongiungimento Familiare

Il cittadino straniero che si trovi regolarmente nel territorio nazionale con un permesso di soggiorno di validità non inferiore a un anno e che possieda i richiesti requisiti reddituali e abitativi, può richiedere un apposito nulla osta per il ricongiungimento con propri familiari residenti all'estero.

 

Il cittadino straniero che si trova regolarmente nel territorio nazionale con un permesso di soggiorno di validità non inferiore a un anno può chiedere allo Sportello unico per l'immigrazione il nulla osta per ricongiungimento familiare con familiari quali:

  • coniuge maggiorenne non separato legalmente;
  • figli minorenni non coniugati, con il consenso dell'altro genitore;
  • figli maggiorenni a carico (per invalidità totale);
  • genitori a carico, se non hanno altri figli nel paese di origine/provenienza, oppure ultra 65enni con altri figli che non possano mantenerli per gravi motivi di salute.

La procedura per richiedere il ricongiungimento familiare è un servizio online a cui si può accedere tramite il sito web dello Sportello unico per l'immigrazione della prefettura territorialmente competente.
Ai fini del rilascio del nulla osta, i requisiti oggetto di verifica sono due:

  • Reddito: il richiedente deve disporre di un reddito annuo non inferiore all'importo annuo dell'assegno sociale, aumentato della metà dell’importo per ogni familiare da ricongiungere. Qualora il richiedente non sia in possesso di un reddito personale, lo stesso potrà essere dimostrato anche presentando idonea documentazione relativa ai redditi posseduti dai familiari conviventi.
  • Alloggio: il richiedente deve disporre di un alloggio idoneo. Tale idoneità igienico-sanitaria e abitativa viene certificata dai competenti uffici comunali, anche in base ai requisiti minimi di superficie in relazione al numero previsto degli occupanti.

La domanda di nulla osta al ricongiungimento, corredata della documentazione relativa ai requisiti richiesti circa il reddito e l’alloggio, dovrà essere inviata in modalità informatica allo Sportello Unico per l'Immigrazione, presso la prefettura competente per il luogo di dimora del richiedente.
Lo Sportello Unico verificherà quindi i requisiti relativi all’alloggio e al reddito e procedere al rilascio del nulla osta entro 90 giorni dalla presentazione della domanda ovvero il provvedimento di diniego, dandone comunicazione all'autorità consolare.
Le autorità consolari, ricevuto il nullaosta di cui sopra, rilasciano il  visto di ingresso in Italia per ricongiungimento familiare entro trenta giorni dalla presentazione della richiesta di visto, dandone comunicazione, in via telematica, allo Sportello unico.

Per approfondimenti consultare le schede di dettaglio:

Ricongiungimento familiare per i cittadini neocomunitari
Visto di ingresso per il ricongiungimento familiare: tempi per il rilascio
Immigrazione: richiesta di ricongiungimento familiare
Per chi è previsto il ricongiungimento familiare
Immigrazione: ricongiungimento familiare e maggiore età del figlio
Idoneità alloggiativa per ricongiungimento familiare
Ricongiungimento familiare: reddito necessario
Reddito minimo richiesto agli stranieri per ricongiungimento familiare e soggiorno UE