Riscatto e ricongiunzione contributi

La ricongiunzione dei contributi è quell’Istituto che permette, a chi ha posizioni assicurative in gestioni previdenziali diverse, di riunire, mediante trasferimento, tutti i periodi contributivi presso un’unica gestione, allo scopo di ottenere una sola pensione.

 

La ricongiunzione è regolata da due distinte leggi: la legge 07 febbraio 1979 n.29  e la legge 5 marzo 1990 n.45.

I contributi da riscatto sono contributi che vengono accreditati a seguito della facoltà concessa al lavoratore o al pensionato di coprire periodi, altrimenti privi di contribuzione, per i quali vi è stata omissione nel versamento all’INPS dei contributi obbligatori (che non potrebbero recuperati essendo intervenuta la prescrizione di legge), non vi era l’obbligo del versamento contributivo oppure  sono state introdotte particolari disposizioni legislative.

 

Per approfondimenti consultare le schede correlate

Ricongiunzione contributi: in cosa consiste.

Domanda ricongiunzione contributi

Modalità di pagamento ricongiunzione contributi

Ricongiunzione dei contributi verso gestioni previdenziali dipendenti privati

Riscatto dei periodi per gli iscritti alla Gestione dipendenti privati

Periodi riscattabili dai dipendenti pubblici iscritti alle casse pensioni della Gestione Pubblica

Riscatto della laurea

Requisiti necessari per il riscatto della laurea

Contributi da riscatto per il corso di laurea

Riscatto del periodio di astensione per maternità e paternità alternativo al riscatto del corso di laurea

Contributi da riscatto e astensione per maternità e paternità

Titoli di studio riscattabili

Recupero contributi mancanti

 

 

Aree tematiche: