Adozione internazionale: indagine dei servizi territoriali

Domanda: 

In cosa consiste l'indagine sui coniugi che chiedono un'adozione internazionale da parte dei servizi degli Enti Locali?

Risposta: 

Dopo la presentazione della dichiarazione di disponibilità alla adozione internazionale da parte dei genitori al Tribunale per i minorenni e la tramissione da parte del giudice minorile della documentazione relativa alla coppia aspirante ai servizi degli Enti locali, i servizi hanno il compito di conoscere la coppia e di valutarne le potenzialità genitoriali, raccogliendo informazioni sulla loro storia personale, familiare e sociale. 

I servizi devono cercare di sondare la capacità dei coniugi di prendersi cura di un minore, l'apertura di entrambi all'adozione, la loro situazione socio-economica, in maniera discreta. In questa fase è anche compito dei servizi informare in modo corretto e completo gli aspiranti genitori adottivi sulle condizioni di vita dei bambini nei paesi di loro provenienza e sugli stili di vita a cui sono abituati.

Il lavoro dei servizi è volto alla stesura di una relazione da inviare al Tribunale, che fornirà al giudice gli elementi di valutazione sulla richiesta della coppia. La relazione dei servizi deve essere trasmessa al Tribunale per i minorenni entro quattro mesi. Tale termine indicato dalla legge è meramente ordinatorio e non consente, trattandosi di un procedimento giudiziario e non amministrativo, né l’applicazione del principio del silenzio assenso né quello del silenzio rifiuto.

 

Per approfondimenti:

Inoltre, per informazioni è disponibile il numero verde della Commissione per le Adozioni Internazionali 800.002.393 (lun-ven dalle 10:00 alle 13:00). 


 

Aggiornata il: 
02/11/2017 - 16:07