Contributi figurativi per congedo parentale durante il periodo di lavoro

Domanda: 

Come si accreditano i contributi figurativi per congedo parentale durante il periodo di lavoro?

Risposta: 

La funzione dei congedi parentali (astensione facoltativa) è quella di consentire la presenza del genitore accanto al bambino nei primi anni della sua vita al fine di soddisfare i suoi bisogni affettivi e relazionali. Il congedo parentale si aggiunge al congedo di maternità (astensione obbligatoria).
Il beneficio è rivolto:

  • alla madre;
  • al padre;
  • a un solo genitore, qualora ve ne sia uno solo.

La durata del congedo parentale si è modificata nel tempo, pertanto i periodi da accreditare figurativamente variano in relazione alla collocazione temporale dell'evento.
È possibile prolungare il periodo di congedo parentale nel caso di minore con handicap in situazione di gravità accertata.

L'accredito figurativo avviene d'ufficio in tutti i casi in cui l'Inps abbia i dati per procedervi.

Negli altri casi deve essere presentata domanda:

  • online sul sito dell'Inps;
    Per l'accesso ai servizi online è necessario il possesso di un codice PIN rilasciato dall'Inps oppure di una identità SPID o di una Carta Nazionale dei Servizi (CNS).
  • alla sede Inps competente secondo la residenza dell'interessato

Alla domanda deve essere allegata la dichiarazione del datore di lavoro attestante il periodo esatto dell'astensione facoltativa dal lavoro.

Nei casi di impossibilità di presentare la dichiarazione del datore di lavoro, si può presentare una dichiarazione sostitutiva di atto notorio da cui si possa vedere che il periodo di assenza si collochi nell' ambito di un periodo di lavoro presso l'azienda (da riscontrarsi con le registrazioni apposte sul libretto di lavoro o con la posizione assicurativa).

Aggiornata il: 
17/05/2017 - 13:54