Controversie turismo: conciliazione dinanzi al Giudice di Pace

Domanda: 

Per un disservizio da parte di un operatore turistico, e' possibile rivolgersi al Giudice di Pace?

Risposta: 

Sì, è possibile presentare, anche oralmente, una istanza di conciliazione in sede non contenziosa presso l’Ufficio del Giudice di Pace territorialmente competente, indipendentemente dal valore della controversia.

La procedura di conciliazione è attivabile anche senza l’assistenza di un avvocato.

Nella procedura di conciliazione il giudice di pace non esercita funzioni giurisdizionali, ma cerca di favorire un accordo tra le parti per la composizione della controversia.

Se le parti raggiungono un accordo il giudice di pace redige processo verbale di conciliazione. Nel caso in cui la controversia rientra nella competenza del giudice di pace il processo verbale di conciliazione costituisce titolo esecutivo. Negli altri casi il processo verbale ha valore di scrittura privata riconosciuta in giudizio.

Se invece non è possibile raggiungere un accordo o se una delle parti non compare all'udienza fissata, viene redatto verbale di mancata conciliazione e si potrà agire tramite procedura ordinaria, ossia rivolgendosi al giudice competente.

Aggiornata il: 
30/09/2017 - 23:38