Detrazioni per familiari residenti all'estero.

Domanda: 

Un extracomunitario, residente in Italia, può richiedere la detrazione per un figlio a carico residente all'estero?

Risposta: 

Si, purchè ogni anno dichiari ogni anno di averne diritto, anche nel caso in cui non vi fossero state variazioni rispetto all’anno precedente, indicando le condizioni di spettanza nonché il codice fiscale delle persone per cui si usufruisce delle detrazioni.

Le detrazioni si applicano anche ai lavoratori stranieri che per usufruire delle detrazioni per i familiari a carico dovranno comunicare ai datori di lavoro i loro codici fiscali, anche nel caso dei familiari a carico residenti all’estero.

In questo caso per ottenere il codice fiscale è necessario recarsi presso gli uffici territoriali della Agenzia delle Entrate ed esibire la documentazione che attesti la condizione di familiare a carico.

Per dimostrare la condizione di familiare a carico è necessario presentare uno dei seguenti documenti:

  • documentazione originale prodotta dall’autorità consolare del Paese d’origine, con traduzione in lingua italiana e asseverazione da parte del prefetto competente per territorio;
  • documentazione con apposizione dell’apostille, per i soggetti che provengono dai Paesi che hanno sottoscritto la Convenzione dell’Aja del 5 ottobre 1961;
  • documentazione validamente formata dal Paese d’origine, ai sensi della normativa ivi vigente, tradotta in italiano e asseverata come conforme all’origine dal consolato italiano del Paese d’origine

Per maggiori approfondimenti: LEGGE 24 dicembre 2007, n. 244

Aggiornata il: 
27/11/2017 - 09:48