Eredità: accettazione con beneficio di inventario

Domanda: 

In cosa consiste l'accettazione di eredità con beneficio di inventario?

Risposta: 

L’accettazione con beneficio d’inventario impedisce la confusione del patrimonio del de cuius (la persona defunta che ha lasciato un'eredità) con quello dell’erede e serve ad evitare che questi risponda ultra vires (oltre le forze) dei debiti ereditari.

L’accettazione dell’eredità con beneficio d’inventario (articolo 484 codice civile) è un diritto esercitabile attraverso una dichiarazione resa con atto pubblico con cui l'erede dichiara di accettare con beneficio di inventario evitando, in tal modo, la confusione del suo patrimonio con quello del defunto (articolo 490 del codice civile).

I creditori potranno così aggredire soltanto il patrimonio ereditato dal de cuius.

L'erede, infatti, dichiarando di accettare con beneficio d'inventario, conserva verso l'eredità tutti i diritti e tutti gli obblighi che aveva verso il defunto, tranne quelli che si sono estinti per effetto della morte, potrà soddisfare i crediti che aveva nei confronti del defunto e non è tenuto al pagamento dei debiti ereditari e dei legati oltre il valore dei beni a lui pervenuti.


 

Aggiornata il: 
11/10/2017 - 12:05