Richiesta di visita domiciliare

Domanda: 

Quando non lavora il proprio medico di famiglia, il paziente può richiedere la visita domiciliare?

 

Risposta: 

La continuità dell’assistenza ai cittadini, quando non lavora il proprio medico di famiglia, è assicurata dal servizio di Continuità assistenziale (l’ex Guardia medica)

Nello specifico, il medico di guardia medica, che assicura la continuità assistenziale, deve essere presente all'inizio del turno nella sede assegnatagli e rimane a disposizione fino alla fine del turno per effettuare gli interventi domiciliari e territoriali richiesti.

Per il medico di guardia medica sussiste l'obbligo giuridico di effettuare la visita domiciliare quando la richiesta presenti i connotati di serietà e di urgenza.

Riferimenti normativi: Decreto del Presidente della Repubblica, 28 luglio 2000, n. 270. (articolo 52).

 

 

Aggiornata il: 
13/02/2015 - 15:32