Incentivazione all’esodo dei lavoratori: procedura

Domanda: 

Come si richiede l'assegno straordinario di sostegno al reddito per gevolare l'esodo dei lavoratori?

Risposta: 

Gli assegni straordinari sono prestazioni a sostegno del reddito a carico dei datori di lavoro. Sono riconosciuti con accordi aziendali per agevolare l'esodo dei lavoratori a tempo indeterminato che raggiungono i requisiti per la pensione entro un determinato periodo.

Le prestazioni straordinarie si rivolgono ai dipendenti delle aziende destinatarie dei fondi di Credito ordinario, Credito cooperativo, Esattoriali, Poste Italiane, Ferrovie dello Stato, imprese assicuratrici e società di assistenza e del Trentino coinvolti in processi di ristrutturazione o riorganizzazione aziendale.

Dal 1° dicembre 2016, per i fondi del settore credito ordinario e cooperativo la domanda di accesso all'assegno straordinario per ciascun lavoratore deve essere presentata online dal datore di lavoro.

Per tutti gli altri fondi, per i quali la modalità telematica è in fase di realizzazione, la domanda di accesso all'assegno straordinario per ciascun lavoratore deve essere presentata dal datore di lavoro presso la sede polo indicata nei messaggi n. 7 luglio 2015 n. 4621 e 3 agosto 2015 n. 5119, fatti salvi gli accentramenti già previsti per il Gruppo Ferrovie dello Stato e per il Gruppo Poste Italiane.

La domanda deve essere redatta utilizzando il modulo Assicurato/Pensionato "Domanda di assegno straordinario da erogarsi in forma rateale", deve essere sottoscritta dal lavoratore e dal legale rappresentante dell'azienda e deve contenere tutti i dati identificativi dell'azienda esodante e le informazioni relative ai dati anagrafici e contributivi del lavoratore, nonché quelli relativi alla tipologia di pensione richiesta dal medesimo.

Aggiornata il: 
10/07/2017 - 20:13