Invalidità civile e handicap: ricorso avverso il verbale di accertamento

Domanda: 

Qual è la procedura per presentare ricorso contro il verbale di invalidità civile o handicap?

Risposta: 

Contro il giudizio sanitario della commissione medica per l’accertamento dell’invalidità, è possibile promuovere un ricorso giurisdizionale entro sei mesi dalla notifica del verbale.

Per avviare la procedura è necessario prima di tutto richiedere l’accertamento tecnico preventivo che viene affidato dal giudice a un Consulente Tecnico d’Ufficio (CTU), assistito nelle operazioni peritali da un medico legale dell’Inps.

Terminata la consulenza tecnica, il giudice fissa un termine perentorio, non superiore a 30 giorni, entro il quale le parti devono dichiarare se intendono contestare o meno le conclusioni del consulente.

In assenza di contestazioni, il giudice emana il decreto di omologazione dell’accertamento che non è più impugnabile né modificabile.

Se invece una delle parti dichiara di voler contestare le conclusioni del CTU, si apre il giudizio con il deposito del ricorso introduttivo nel quale, a pena di inammissibilità, vanno indicati i motivi della contestazione.

Per approfondimenti: Inps.
 

 

 

Aggiornata il: 
11/09/2017 - 16:46