Lavoro. Orario: disciplina e durata

Domanda: 

Qual'è il massimo di ore di lavoro che si possono svolgere in una settimana?

Risposta: 

 L’orario normale di lavoro è di 40 ore settimanali.

I contratti collettivi di lavoro fissano l'orario massimo di lavoro settimanale, e possono stabilire, ai fini contrattuali, una durata minore, riferendo l'orario normale alla durata media delle prestazioni lavorative in un periodo non superiore all'anno.
Tuttavia, la durata media dell'orario di lavoro non può superare le 48 ore, per ogni periodo di sette giorni, comprese le ore di lavoro straordinario. La durata media dell'orario di lavoro deve essere calcolata con riferimento a un periodo non superiore a quattro mesi.

I contratti collettivi di lavoro possono in ogni caso elevare il suddetto limite fino a sei mesi ovvero fino a dodici mesi a fronte di ragioni obiettive, tecniche o inerenti all'organizzazione del lavoro, specificate negli stessi contratti collettivi.
Infine, possono essere introdotte deroghe particolari per determinate tipologie di attività, a seguito di concertazione tra le associazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro, nonché a seguito di decreto ministeriale.

Maggiori approfondimenti: Decreto Legislativo 8 aprile 2003, n. 66 (art. 3)

Aree tematiche: 
Aggiornata il: 
18/04/2017 - 16:49