Licenza di pesca acque interne

Domanda: 

Qual'è la procedura per richiedere la licenza di pesca per acque interne?

Risposta: 

Mentre per la pesca marina non c'è bisogno di una licenza, fatte salve le limitazioni per periodi di pesca per una specie, misure minime, considerazioni nautiche ecc..., per la pesca in acque interne occorre munirsi della licenza di pesca, che è, al pari della licenza di guida, un documento personale, rinnovabile, che non può essere prestato ad altri e che il pescatore deve avere sempre con sè se non vuole incorrere in sanzioni.

Ciascun comune o territorio, quando non la provincia o la regione o lo stato, può vincolare certi tratti di fiume, certi torrenti, certi canali, certi tratti di lago ecc., a speciali norme, che rendono quel particolare tratto, specchio ecc. "riserva di pesca". Ne esistono di molti tipi e quasi sempre per pescare in una di queste "riserva" occorre avere un permesso che va aggiunto alla licenza di pesca - può essere un tesserino annuale, o per periodi più brevi, talora vengono anche rilasciati permessi giornalieri.

In generale, per non incorrere in errori, si può chiedere al proprio commerciante di fiducia (di pesca amatoriale o sportiva) di curare tutta la procedura per la richiesta della licenza. Per informazioni sulla licenza di pesca e per informazioni, soprattutto, su eventuali permessi aggiuntivi per particolari "riserve" sull'attività di pesca in particolari territori, occorrerà rivolgersi all'autorità competente. Di norma, la Regione delibera gli indirizzi normativi ed individua le aree "a riserva", mentre per il rilascio della licenza e per i permessi aggiuntivi competente è la Provincia o il Comune.

Le licenze di pesca nelle acque interne si distinguono in:

  • Licenza di tipo A per i pescatori di professione
  • Licenza di tipo B per i pescatori dilettanti.

Di norma, ad una tassa provinciale di rilascio della licenza, si aggiunge una tassa regionale di concessione alla pesca. Gli importi sono variabili da regione e regione e da provincia a provincia.

Per maggiori informazioni, consultare il sito del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari Forestali, nella sezione Pesca e Acquacoltura e Comunicazione di esercizio della pesca sportiva e ricreativa.

 


 

Aggiornata il: 
25/09/2014 - 00:00