Parcheggio riservato per invalidi

Domanda: 

Qual è la procedura per richiedere un parcheggio riservato "ad personam" per persone invalide?

 

Risposta: 

Il cosiddetto "parcheggio ad personam" può essere concesso a chi già possiede il contrassegno invalidi, ma il rilascio, come previsto è discrezionale da parte del Sindaco.

Il Regolamento al Codice della Strada prevede che il Sindaco, con propria ordinanza, nei casi in cui ricorrono particolari condizioni disabilità, possa assegnare a titolo gratuito un adeguato spazio di sosta individuato da apposita segnaletica indicante gli estremi del "contrassegno invalidi" del soggetto autorizzato ad usufruirne. Non si prevede un'obbligatorietà di questi atti e la concessione è limitata alle zone ad alta densità di traffico.

La richiesta per ottenere un'area di sosta per disabili deve essere quindi indirizzata al Comune di residenza ed è consigliabile informarsi preventivamente presse l'amministrazione per conoscere l'ufficio competente e le modalità da seguire.

La Commissione ASL, o più precisamente il Servizio di Medicina Legale dell'ASL, non ha nessuna competenza rispetto alla concessione del parcheggio. Il Servizio di Medicina Legale deve solo certificare se esiste o meno una capacità di deambulazione sensibilmente ridotta.

Riferimenti normativi: Decreto Legislativo del 30 aprile 1992, n. 285 "Nuovo Codice della Strada" (articolo 381).

Aggiornata il: 
11/04/2017 - 14:10