Permesso di soggiorno per cure mediche

Domanda: 

Quale procedura si deve seguire per ottenere un permesso di soggiorno per cure mediche?

Risposta: 

Lo straniero che intenda ricevere cure mediche in Italia può ottenere uno specifico visto presso la Rappresentanza consolare italiana del Paese di provenienza. A tal fine, l’interessato deve presentare una dichiarazione della struttura sanitaria prescelta che indichi il tipo di cura, la data di inizio e la durata presunta.

Il cittadino straniero che entra in Italia a seguito della richiesta di specifico visto per cure mediche deve presentarsi alla Questura del luogo di domicilio per la richiesta del permesso di soggiorno per cure mediche che ha durata pari a quella del visto di ingresso e può essere rinnovato direttamente presso la Questura competente allegando la certificazione medica.  Il cittadino straniero deve sostenere tutte le spese mediche in quanto non ha diritto ad iscriversi al servizio sanitario nazionale.

Il permesso di soggiorno rilasciato per cure mediche ha una durata pari a quella presunta per il trattamento terapeutico ed è rinnovabile finché durano le necessità terapeutiche documentate. Inoltre è bene specificare che il permesso per cure mediche non consente di svolgere alcuna attività lavorativa.

Per approfondimenti: Portale Immigrazione, Questura di Arezzo (a titolo esemplificativo)

Riferimenti normativi: Decreto Legislativo 25 luglio 1998, n. 286, Testo Unico Immigrazione (articolo 36).

Aggiornata il: 
30/10/2017 - 13:02