Praticare lo sci nautico

Domanda: 

A quale distanza dalla costa è possibile praticare lo sci nautico?

Risposta: 

Alle unità, di volta in volta, impiegate per l’esercizio di tali attività è fatto divieto di:

a) navigare ad una distanza inferiore a 500 (cinquecento) metri dalle spiagge e superiore a 3 (tre) miglia nautiche dalla costa;

b) navigare lungo le rotte di accesso, nonché all’interno dei porti del Circondario Marittimo di Anzio, nelle zone di mare destinate all’ancoraggio / partenza delle navi;

c) navigare ad una distanza inferiore a 200 (cento) metri dai segnalamenti marittimi, dai galleggianti o unità che segnalano la presenza di subacquei in immersione;

d) navigare ad una distanza inferiore a 500 (cinquecento cinquecento cinquecento) metri dall’imboccatura dei porti e dei canali;

e) navigare negli specchi acquei interdetti alla balneazione per motivi igienico sanitari.

f) navigare nelle zone di mare interdette alla navigazione, in via temporanea ovvero permanente, con qualsiasi altro provvedimento legittimamente emanato dall’Amministrazione competente;

g) navigare ad una distanza inferiore ai 500 (cinquece 500 (cinquecento) metri 500 (cinquecento) metri da impianti fissi, reti da nto) metri posta ed impianti di acquacoltura presenti nell’ambito del Circondario Marittimo di Anzio;

h) navigare con velocità superiore ai dieci nodi.

Per maggiori informazioni consultare il Regolamento diporto nautico - Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ufficio Circondariale Marittimo Guardia Costiera Anzio

Aggiornata il: 
05/09/2017 - 15:11