Rinuncia alla cittadinanza

Domanda: 

Cosa bisogna fare per rinunciare alla cittadinanza italiana?

Risposta: 

La normativa italiana, prevede la rinuncia alla cittadinanza italiana da parte del cittadino italiano in possesso della cittadinanza di un altro Paese, che risieda o stabilisca la propria residenza all'estero (Art. 11 della Legge 91/1992). L’interessato deve presentare istanza di rinuncia alla cittadinanza italiana, perchè l’acquisto volontario di una cittadinanza straniera e il trasferimento della residenza all'estero non producono la perdita automatica della cittadinanza italiana, tranne in caso di specifici accordi internazionali.

Può rinunciare alla cittadinanza anche il figlio minore di cittadini stranieri che hanno acquistato la cittadinanza italiana e che al compimento del diciottesimo anno, in possesso di altra cittadinanza, dichiari espressamente all'Ufficiale di Stato Civile o all'Autorita' diplomatica o consolare italiana (competente in base al luogo dove il rinunziante risiede) di voler rinunciare alla cittadinanza italiana, ai sensi dell'art. 2 della Legge 91/1992. Può rinunciare alla cittadinanza italiana anche il minore straniero adottato da cittadino italiano, raggiunta la maggiore età ai sensi dell'art. 3 della Legge 91/1992.

L’art. 8 del Decreto del Presidente della Repubblica 12 ottobre 1993, n. 572, ovvero il Regolamento di esecuzione della Legge 91/92, fornisce indicazioni su come rinunciare alla cittadinanza italiana:

  • all'estero, la rinuncia alla cittadinanza deve farsi dinanzi all'Autorita' diplomatica o consolare italiana competente per il luogo dove il rinunziante risiede; 
  • in Italia, la rinuncia alla cittadinanza deve essere fatta dinanzi all'Ufficiale dello Stato civile del Comune di residenza.

Le istanze di rinuncia della cittadinanza sono soggette al pagamento di un contributo di 200 euro. La dichiarazione di rinuncia deve essere corredata della seguente documentazione:

  • atto di nascita rilasciato dal comune presso il quale detto atto risulta iscritto o trascritto;
  • certificato di cittadinanza italiana;
  • documentazione relativa al possesso della cittadinanza straniera;
  • documentazione relativa alla residenza all'estero, ove richiesta.
Aggiornata il: 
09/11/2017 - 15:31